top of page

Formazione VideoGame Therapy arriviamo!

Grazie davvero a Casina dei Bimbi ODV che mi ha coinvolto in uno speciale due-giorni di formazione, guidato dal Dott. Francesco Bocci e dedicato alla Videogame Therapy, per capire meglio come i videogiochi commerciali possano essere utilizzati per favorire il benessere psicologico dei ragazzi ed integrati, non solo in percorsi di cura e di psicoterapia, ma anche in ambito psicopedagogico.

Da quest’auto a sette posti fuoriesce tutta l'energia che solo due generazioni un po’ distanti tra loro possono sprigionare, se sono in grado di contaminarsi e stimarsi a vicenda.

Storyteaching ha incontrato Casina dei Bimbi per caso, in un luogo in cui entrambe erano lì per fare altro… o meglio: io Casina dei Bimbi la conoscevo già, per la sua preziosa presenza a fianco dei bambini che dovevano vivere esperienze di ospedalizzazione o esami invasivi.

Quello che non conoscevo era la storia e l’incredibile energia e generosità della sua fondatrice Claudia Nasi.

Insomma, dopo aver condiviso i nostri progetti, è stato facile capire che saremmo diventate amiche.

Perché Casina dei Bimbi sempre più aveva desiderio di portare la sua sensibilità all’interno delle scuole, e perché Storyteaching poteva fornirle i mezzi per farlo al meglio: le storie animate, possibili anche nei mesi duri della pandemia.

La formazione per me non ha significato solo capirci qualcosa tra le parole flow e cognitivismo, o studiare come poter adattare una narrazione classica ad un format interattivo.

La formazione bella e buona è stata sovrapporre i punti di vista, i linguaggi e le esperienze.

Capire che la leggerezza e le emozioni che fanno piangere, possono anche andare a braccetto: proprio come una Boomer (come noi) e una Zoomer (come loro: le ragazze tirocinanti psicologhe dell’associazione, stupendamente giovani).

Grazie davvero a questa ODV che ha accolto con gioia la scommessa di Storyteaching e con cui, sempre più, spero di fare rete per far progredire i mille progetti di storie al servizio dei bambini e delle bambine, dei ragazzi e delle ragazze, e anche degli adulti che ancora si ricordano quanto era bello inventarsele!


La nostra visione creativa per una didattica innovativa


L'approccio tradizionale all'insegnamento necessita del supporto di metodi più creativi ed esperienziali, progettati per coltivare una passione per l'apprendimento fin dai primi anni di formazione.

Sono le nuove generazioni di nativi digitali che ci chiedono questo sforzo di cambiamento.

Come la didattica innovativa sta trasformando le aule della scuola primaria? Con un'attenzione particolare ai concetti chiave di coinvolgimento, apprendimento esperienziale e tecnologie educative: metodi su cui Storyteaching e Casina dei Bimbi basano il proprio senso di esistere.

Quali sono?


La VideoGame Therapy®


Leggendo dal sito https://www.videogametherapy.it: “La V. G. T. - Video Game Therapy® è un'approccio psicologico integrato, che permette di intraprendere un lavoro di contenimento emotivo e di autoregolazione cognitiva, ricorrendo al videogioco commerciale per instaurare uno stato di equilibrio mentale e di benessere nel paziente/gamer, così da favorire l'insight e portarlo a riflettere su alcuni aspetti salienti del proprio carattere e del proprio stile di vita, sulle proprie emozioni e pensieri legati a determinati episodi di vita, che rivivono nel setting di gioco. Questo strumento è particolarmente versatile, in quanto idoneo ad essere utilizzato con pazienti di un ampio spettro d’età, non solo bambini o ragazzi, ma anche giovani adulti ed adulti, ed utilizza alcune tecniche e modelli psicologici già validati, utilizzati in psicologia dinamica."

Questo approccio viene utilizzato da Casina dei Bimbi in particolare quando collabora con l’équipe dei Disturbi della Nutrizione e dell’Alimentazione dell’AUSL di Reggio Emilia, in particolare quando i pazienti sono ricoverati d’urgenza o frequentano un percorso di day service telematico. In questi casi, le attività proposte favoriscono l’empowerment dei ragazzi perché li aiutano ad allontanare momentaneamente il pensiero martellante della malattia.

Come?

O utilizzando il format del videogioco o realizzando una storia illustrata che potrà poi far parte del Pacchetto Educativo Animato che Casina dei Bimbi propone alle scuole e che può essere per i pazienti un punto di partenza per indagare più in profondità il loro vissuto.


Il Gioco di Ruolo


Casina dei Bimbi organizza periodicamente giornate dedicate ai giochi di ruolo e ai giochi da tavolo per ragazzi dai 9 ai 19 anni.

In questi fantasmagorici weekend, vengono esplorati diversi mondi in cui si può interpretare una strega o un mago, oppure indossare i panni di Sherlock Holmes e risolvere misteriosi casi nella Londra vittoriana, oppure addirittura inventare web-series e avventure crime sotto la guida di sapienti Game Master.


Lo Storytelling Cooperativo


Il potere del racconto è innegabile e professionisti specializzati possono incoraggiare gli studenti, singolarmente o in gruppo, a creare il proprio.

Racconti che possono poi, sotto la guida di altri professionisti della creatività, venire arricchiti da illustrazioni e interventi audio, e addirittura da animazioni e momenti interattivi.

Ciò che è veramente importante poi è che le storie che scaturiscono da questa sinergia e da questo impegno non rimangano mai fine a sé stesse, ma diventino patrimonio dell’associazione e vengano quindi fruite dalle scuole e dalle comunità con cui essa viene a contatto.



Si parte per la formazione in VideoGame Therapy
La macchinata in partenza per la formazione




113 visualizzazioni0 commenti

Comentarios


bottom of page