top of page

Storyteaching incontra Develop-Players

Storyteaching ha incontrato Develop-Players, una start-up che sviluppa videogiochi per aiutare i ragazzi con Disturbi Specifici dell'Apprendimento ad individuare le strategie migliori per studiare. Le nostre strade si sono incrociate durante un percorso di formazione in ART-ER Emilia Romagna ed ora ci sembra normale percorrere un pezzo di strada insieme.

Perché entrambi cerchiamo di sviluppare strumenti inclusivi per apprendere. Perché entrambi lavoriamo perché imparare diventi sempre più un atto significativo e non mnemonico.

Perché sempre di più la scuola del "COSA SAI" diventi la scuola del "CHI SEI" (citazione meravigliosa di LucaGrandi di Anastasis).

E così che nel loro primo webinar il 5 febbraio 2022, accanto ai nomi grandi legati alla pedagogia e alla ricerca universitaria, hanno trovato un posticino anche le nostre “FormiCHE in Fuga”.

Grazie davvero Develop-Player, del vostro entusiasmo e della vostra fiducia!


I Disturbi Specifici dell'Apprendimento: una sfida educativa da affrontare


Nel panorama educativo odierno, la sfida per garantire un'apprendimento inclusivo e significativo a tutti gli studenti è sempre più rilevante.

Un elemento cruciale che emerge in questa sfida è l'utilizzo degli strumenti visivi come valido supporto per i ragazzi che vivono Disturbi Specifici dell’Apprendimento (dislessia, disgrafia, discalculia, disortografia). Disturbi che possono influire sul rendimento scolastico perché rendono difficoltosa la lettura, la scrittura, il calcolo matematico e la capacità di organizzare le informazioni e che, soprattutto, minano l’autostima dei ragazzi che li vivono dunque, di conseguenza, la possibilità di esprimersi al meglio.


Storyteaching incontra Develop-Players: lo storytelling incontra il serious game e realizza un ponte verso l’apprendimento significativo


Storie coinvolgenti, ricche di immagini animate e dettagli sensoriali, possono facilitare la comprensione, la memorizzazione e la connessione delle informazioni.

Non dimentichiamo inoltre che approcciarsi con un serious game ai nostri studenti, può aiutarci a scavalcare il muro che ci separa da loro poiché è un terreno che riconoscono in cui, si può dire, “giocano in casa”. Per mezzo di questa interfaccia i ragazzi che faticano a stare al passo con la didattica tradizionale, si sentono infatti coinvolti e capaci di affrontare i contenuti in modo competente.

In un’epoca di nativi digitali risorse come e-book, app interattive e videogiochi consentono agli studenti di interagire in modo ottimale, in un territorio a loro più consono e in cui si sentono più motivati, creando così le basi per un migliore apprendimento, soprattutto per chi vive Disturbi dell’Apprendimento. L'uso strategico delle storie, unito alla digitalizzazione, apre infatti nuovi orizzonti per l'apprendimento personalizzato, facendo sì che ogni studente sia in grado di accedere al proprio pieno potenziale.


La collaborazione con Develop-Players


Develop-Players nasce nel Laboratorio di Psicometria e Neuropsicologia e dal Servizio Psicologico SPEV del Dipartimento di Psicologia dell’Università di Bologna e utilizza solo strumenti validati scientificamente e che derivano da anni di studi e ricerche scientifiche.

I metodi e gli strumenti implementati e validati sono volti al riconoscimento delle difficoltà di apprendimento, alla valutazione delle fragilità e potenzialità cognitive e al potenziamento cognitivo. Presso il Laboratorio, dal 2011 ad oggi, per l’attività clinica e di ricerca, sono stati presi in carico più di 10.000 studenti con Disturbi Specifici di Apprendimento e hanno partecipato ad attività di screening più di 1.000 scuole.

Develop-Players realizza Serious Games, ovvero videogiochi per aiutare chi ha difficoltà di apprendimento.

Tutti i giochi si fondano su tre elementi caratterizzanti:

- un modello scientifico basato su anni di ricerca;

- la personalizzazione dell’intervento grazie all’analisi dettagliata del profilo cognitivo di ogni utente;

- la possibilità di fruizione del gioco in autonomia.

L’utilizzo di avanzati algoritmi di machine learning permette a questi giochi di adattare la difficoltà del livello di gioco alle capacità dell’utente, consentendo così un percorso di crescita graduale ed efficace altrimenti impossibile.

Tutti i videogiochi Develop-Players si basano su ricerche scientifiche validate e devono superare numerosi test per garantire la massima efficacia e affidabilità. Al momento, i videogiochi realizzati sono due: Proffilo e Eye-Raiders.

Proffilo si propone di ottenere informazioni sui punti di forza di ogni studente e, soprattutto, sulle sue aree di miglioramento che possono essere analizzate per poter creare piani di apprendimento su misura.

Eye-Raiders è un gioco digitale in grado di allenare la capacità di mantenere l’attenzione e migliorare l’abilità di non farsi distrarre da condizioni esterne, per imparare a gestire la propria concentrazione.

Storyteaching incontra Develop-Players per creare sinergia: inserire all’interno delle sfide digitali anche elementi di storytelling e contenuti dialogici, perché l’esperienza di gioco sia per i ragazzi il più possibile coinvolgente e soddisfacente.

Presto le nostre competenze si uniranno in un progetto ancora più ambizioso: co-progettare questi storytelling in classe, direttamente con gli studenti, partendo da quelli che sono i loro bisogni educativi specifici.

Un grandissimo onore e una bellissima sfida!

Che inizierà in ottobre 2023 e che terminerà in aprile 2024, con i prototipi di due nuove videogiochi, co-progettati proprio da chi li dovrà utilizzare!

Se sei un insegnante e desideri co-progettare con noi la prossima narrazione animata, contattaci!


Storyteaching incontra Develop-Players
Il webinar in cui sono state presentate le nostre "FormiCHE in fuga"

62 visualizzazioni0 commenti
bottom of page